Colpito dalla decisione della Magistratura

Sono veramente colpito dalla decisione della Magistratura, anche se, solo in parte, sono stato prosciolto.

Quello che trovo realmente paradossale è che però io sia stato rinviato a giudizio per una inesistente rapina che consisterebbe, pensate un po’, nell’avere strappato di mano alcune macchine fotografiche appartenenti a paparazzi che, violando la mia privacy , riprendevano me e la mia compagna senza autorizzazione alcuna.

Di fronte a quanto succede in Italia, questo rinvio a giudizio darà luogo ad un processo che, come dice uno dei miei difensori Francesco Compagna, al quale va il mio ringraziamento, è infondato giuridicamente anche se sarà di grande effetto mediatico.